Stop all’obbligo per tabaccai! Vediamo cosa cambia.

Come previsto dal DL n. 179/2012 è obbligatorio per tutti i commercianti, essere in possesso di un POS attivo all’interno della propria attività. 

Da giugno 2022 è stato disciplinato il regime sanzionatorio per quelle attività che si rifiutassero di ricevere un pagamento tramite carta di credito/debito o tramite altri dispositivi elettronici.

La sanzione, applicabile è costituita da una parte fissa e da una quota variabile:

  • 30€ + il 4% della cifra della transazione per la quale si è rifiutato il pagamento.

La cifra sopra indicata è da considerare al cospetto di qualsiasi cifra di pagamento negata, a prescindere dall’ammontare della stessa, per intenderci, varrebbe anche per una cifra irrisoria. 

Esonero pos per i tabaccai

Il 24/10 però, l’Agenzia delle Dogane, ha riconosciuto l’esonero da tale obbligo, per tabaccai/titolari di patentino. 

I rivenditori di generi di monopolio e i titolari di patentino, non sono più soggetti all’obbligo di accettare pagamenti elettronici, per quanto riguarda la vendita di generi di monopolio come valori postali e valori bollati.

Tale esonero è stato riconosciuto in quanto il rivenditore percepisce un aggio del 5% per i valori bollati e del 10% per i valori postali.

Tale aggio verrebbe eroso dalle commissioni relative al pagamento elettronico.

Bisogna considerare che, per i prodotti in questione, le modalità di pagamento delle accise/imposte sui generi di monopolio, escludono i rischi di evasione fiscale grazie ad adeguati controlli, e pertanto garantiscono una adeguata sicurezza per le entrate dello stato.

Le nostre raccomandazioni

Come sempre ti consiglio di rivolgerti ad un consulente, che potrà aiutarti nel tuo caso specifico.

Stai valutando la “salute” della tua attività? Allora è il momento di richiedere una consulenza!

Vuoi approfondire anche il tema del lavoro occasionale o partita iva? Leggi questo articolo.

Potrebbero interessarti anche...