Arriva la delega al familiare per la dichiarazione precompilata 2022!

Delega familiare: sei impossibilitato a consultare il tuo cassetto fiscale, i dati catastali, o richiedere il duplicato della tua tessera sanitaria o ancora accedere alla dichiarazione dei redditi o leggere le comunicazioni inviate dal fisco?

Ti sei mai chiesto se fosse possibile delegare un’altra persona per farlo?

Beh, la risposta è sì, dal 20 maggio 2022 questo è possibile!

Chi non ha infatti modo di accedere a questi e ad altri servizi disponibili nell’area personale del sito dell’agenzia delle entrate, potrà delegare un familiare o una persona di fiducia.

Ma vediamo come fare nel dettaglio!

Questa agevolazione è rivolta in particolar modo i tutori e i curatori speciali, gli amministratori di sostegno e i genitori con figli minorenni, ma è rivolta anche a coloro che vogliono consentire ad un parente o ad una persona di fiducia, di accedervi autonomamente.

Come si presenta la delega familiare?

La procura potrà essere presentata, dal soggetto interessato, presso qualsiasi ufficio territoriale dell’ Agenzia, dovrai portare con te la copia del tuo documento d’identità e la copia del documento del delegato. 

Se viene conferita una procura speciale, essa dovrà essere necessariamente presentata con firma autenticata, quando non si tratti del coniuge o di parenti e affini entro il quarto grado (come previsto dall’art. 63 del DPR del ’73).

La delega potrà essere presentata anche attraverso il servizio web “consegna documenti e istanze”, disponibile nell’area riservata sottoscritto con firma digitale, oppure se compilato su carta, può essere trasmesso come copia per immagine di documento analogico (ad esempio una scansione), accompagnato con l’immagine del documento della persona delegata. Potrà infine essere presentata inviando una PEC, ad una direzione provinciale delle entrate.

Se sono affetto da patologie, come faccio a presentare la delega familiare?

Se sei affetto da patologie, e quindi impossibilitato a presentare la domanda, essa potrà essere presentata dalla persona di fiducia scelta, presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, dovrai allegare la copia del doc. di identità di entrambi insieme ad una attestazione di impedimento del rappresentato, rilasciata da il medico di famiglia. Le informazioni inserite nelle attestazioni, non dovranno eccedere, rispetto a quelle presenti nel fac-simile presente sul sito dell’agenzia.

Quali servizi posso delegare?

I buoni pasto, sempre fino alla soglia di 8 euro per il buono digitale e 4 euro per il buono cartaceo, il voucher non costituisce reddito da lavoro

I servizi delegabili sono molteplici! 

Tra questi troviamo:

  • La visione della dichiarazione precompilata;
  • Il duplicato della tessera sanitaria o del tesserino del codice fiscale;
  • L’accesso al cassetto fiscale (ad esclusione della sezione sulle scelte del due, cinque e otto per mille);
  • La revisione degli avvisi di regolarità;
  • La fatturazione elettronica;
  • La stampa dei modelli F24.

È molto altro…


Quanto dura la delega conferita?

La delega conferita ad un membro di fiducia, amico o familiare, scadrà ogni 31 dicembre dell’anno in cui è stata attivata.

Ti ricordo infine che l’accesso all’area riservata, avverrà sempre per mezzo delle credenziali personali del delegato, il quale dopo le autenticazioni attraverso SPID, Carta Nazionale Servizi o Carta Elettronica, potrà scegliere se operare per conto proprio o del soggetto che rappresenta.

Le nostre raccomandazioni

Come sempre ti consiglio di rivolgerti ad un consulente, che potrà aiutarti nel tuo caso specifico.

Stai valutando la “salute” della tua attività? Allora è il momento di richiedere una consulenza!

Guarda il video dedicato al lavoro occasionale.

Se vuoi approfondire leggi anche questo articolo dove vediamo la differenza fra lavoro occasionale e partiva iva

Potrebbero interessarti anche...